Friuli Venezia Giulia
    10 Agosto 2020 Aggiornato alle 17:23
    Economia & Lavoro

    Sappada, si arena il passaggio degli impianti a Promoturismo

    L'amministrazione locale esprime amarezza. La società venditrice, la Gts, non si è presentata dinanzi al notaio. Dura la reazione dell'assessore Bini
    di Lucio Bondì

    Nello studio del notaio tutto era pronto per la firma. Peccato solo per un dettaglio: non c'erano tutti i firmatari.

    Da una parte, regolarmente al tavolo, PromoturismoFvg. dall'altra, assenti ingiustificati, i rappresentanti della GTS, la società che ha in mano gli impianti di risalita di Sappada non ancora passati alla Regione.

    Il pubblico, come comprensibile, non l'ha presa bene: il Comune in una nota esprime amarezza, e minaccia di portare la questione davanti al giudice. A rincarare la dose l'assessore alle attività produttive Sergio Emidio Bini.

    "Poco serio non presentarsi a fronte di una convocazione ufficiale - attacca - dispiace per Sappada, a cui stanno rubando il futuro. Senza la vendita le Regione non potrà fare gli investimenti previsti. il tempo è poco, la stagione inizia a dicembre", conclude.

    Ma qui la storia si complica: perché Gianluca Piller Roner, legale rappresentante della Gts, cade dalle nuvole. "A noi non è arrivata nessuna convocazione - assicura - certo è possibile non notare una mail nella casella pec, anche se vale l'incasso di un milione e 600 mila euro, come stabilito dal preliminare".

    Poi però iniziano le accuse: Promoturismo non ci ha mai pagato l'affitto degli impianti per questa stagione. Alla fine, solo ieri, hanno detto di aver fatto il bonifico, non siamo neanche riusciti a verificare.

    Che sia questa la vera ragione dietro alla mancata vendita? 
    Gli interessati smentiscono categoricamente.

    Analoghe smentite arrivano dalla Regione: nessun ritardo nei pagamenti, dice Bini, ieri è arrivato solo un saldo finale, come previsto.

    L'unica certezza in questa storia e che anche stavolta l'affare non è andato in porto. Seggiovie e skilift sono ancora in cerca di una nuova casa.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Economia & Lavoro