Friuli Venezia Giulia
    10 Agosto 2020 Aggiornato alle 18:40
    Arte & Cultura

    L'arte delle pietre di colore

    Nelle opere dei giovani allievi della Scuola di Spilimbergo, si rinnova la grande passione per l'arte del mosaico. In esposizione le nuove realizzazioni. Fra i progetti futuri l'acquisizione dell'ex caserma dei Carabinieri
    di Natascia Gargano

    Riprende il motivo "a coda di pavone" tipico dell'arte greco-romana, l'immagine simbolo della mostra "Mosaico&Mosaici", che ogni anno presenta i lavori realizzati durante l'attività formativa dagli allievi della Scuola mosaicisti del Friuli, visitabile ogni giorno per tutto il mese di agosto.

    In esposizione a Spilimbergo si possono ammirare anche gli omaggi in mosaico alla poetessa Novella Cantarutti e alle donne viticoltrici.

    Un grande occhio a tessere blu, elemento decorativo da inserire in una libreria, è realizzato dagli allievi del terzo anno e ideato da artisti internazionali. Il mosaico bizantino, con il tipico uso dell'oro, è stato argomento di studio per gli allievi del secondo corso: l'installazione tridimensionale all'esterno della Scuola è stata la loro prima prova collettiva.

    Nella vicina Galleria espositiva è allestita invece la mostra dedicata al mosaico nel design.

    All'esterno dell'edificio è stato anche posizionato un fregio storico, realizzato negli anni '20 dai primi allievi della Scuola.

    E grazie a nuove ristrutturazioni prende forma la cittadella del mosaico, di cui nel servizio parla Stefano Lovison, presidente Scuola Mosaicisti del Friuli.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Arte & Cultura