Friuli Venezia Giulia
    10 Agosto 2020 Aggiornato alle 18:40
    Spettacolo

    Al Rossetti si rialza il sipario, apertura il 6 ottobre

    Il via con "La pazza di Chaillot", nuova produzione dello Stabile. Previste due fasi: la prima a posti ridotti, a gennaio l'auspicato ampliamento
    di Eva Ciuk

    Il 6 ottobre si torna al Teatro Rossetti per inaugurare la nuova stagione. Come da tradizione, l'apertura avverrà con la più recente produzione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, in questo caso "La pazza di Chaillot", commedia drammatica di Jean Giraudoux, con un cast di ben 12 attori.
    Ma i primi ad essere invitati sul palcoscenico nell'epoca post covid sono stati i giornalisti ai quali il direttore Franco Però ha voluto comunicare il desiderio di rivedere il pubblico in sala.
    Si ripartirà in due fasi: la prima, ottobre-dicembre, con il teatro a capienza ridotta a 700 posti nell'auspicio di tornare a gennaio, situazione sanitaria permettendo, ad accogliere in sala 1420 spettatori.
    su questo si è soffermato durante la presentazione il presidente del Teatro Stabile, Francesco Granbassi.
    Il prezzo degli ingressi e degli abbonamenti non varia - ha precisato il direttore organizzativo Stefano Curti, "ragioniamo come un teatro da 700 posti".
    Gli importi non utilizzati nella stagione scorsa, potranno essere recuperati nella nuova stagione. che ripropone anche spettacoli, a cui il pubblico è stato costretto a rinunciare:  "Slava's Snow Show", il teatro civile di Laura Curino con "Scintille", e la commedia "Arsenico e vecchi merletti".
    E non mancheranno le grandi stelle dei musical.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Spettacolo