Friuli Venezia Giulia
    10 Agosto 2020 Aggiornato alle 17:50
    Cronaca

    I nuovi casi di positività sono otto, c'è anche un migrante

    Un contagio alla Cavarzerani di Udine, dove gli ospiti sono 500. Gli altri sono "di importazione". E poi c'è l'atleta sudafricano van Niekerk
    di Antonio Di Bartolomeo

    Sono tutti d'importazione i sette contagi registrati nelle ultime 24 ore. Di questi, tre arrivano dall'Albania, due dal Brasile e due da Miami, negli Stati Unit. Nell'ultima settimana i casi locali sono solo un quarto del totale, spiega Fabio Barbone, membro della task force regionale e direttore scientifico del Burlo Garofolo. Si tratta perlopiù di residenti in Friuli Venezia Giulia di rientro da luoghi a rischio.
    A guardare il bicchiere mezzo pieno significa che tra chi vive stabilmente in regione il virus circola ancora poco ed è per questo che l'indice di trasmissione, l'Rt, è ancora stimato ampiamente sotto l'1, la soglia di attenzione, attestandosi allo 0.41 per i sette giorni che vanno dal 20 al 26 luglio. Ma i contagi d'importazione costringono a mantenere alto l'impegno dei dipartimenti di prevenzione che devono subito individuare e spezzare le catene trasmissione.
    Secondo gli ultimi dati, i focolai attivi sono 14. Alcuni dei casi dell'ultimo mese sono più gravi di quelli che eravamo abituati a vedere a maggio e giugno. Da diversi giorni i ricoverati sono più 10 o più, quelli in terapia intensiva sono saliti da due a tre. Una ragione potrebbe essere un carica virale più alta, per Barbone.
    Basso invece il quantitativo di virus trovano sul tampone di giovedì eseguito sul campione olimpico e primatista mondiale dei 400 metri Wayde Van Niekerk, asintomatico. Il test di venerdì era risultato negativo, quello di sabato fatto in fretta e furia per provare a partecipare a meeting di Trieste ha dato di nuovo esito positivo, confermando la bassa carica virale. Tutti negativi i dipendenti dell'albergo di Gemona dove sono ospitati anche gli altri sei membri della delegazione sudafricana, a loro volta liberi dal coronavirus
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca