Friuli Venezia Giulia
    28 Ottobre 2021 Aggiornato alle 00:24
    Salute

    Covid, in Friuli Venezia Giulia indice di contagio sopra la media nazionale

    L'Rt è ancora sotto la soglia di allerta, ma le autorità sanitarie raccomandano la massima attenzione perché il virus è in fase espansiva
    di Antonio Di Bartolomeo

    Il rapporto settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità invita alla prudenza, perché la circolazione del virus in Italia è in una fase espansiva continua da quattro settimane. Il Friuli Venezia Giulia non fa eccezione, anzi i dati riportano una presenza virale superiore alla media.

    L'indice di trasmissione RT stimato sui casi sintomatici degli ultimi 14 giorni è di 0.78, tre punti sopra la media nazionale. Sotto la soglia di allerta di 1, ma il dato include la precedente a ferragosto, quando i contagi erano inferiori e risulta sottostimato dal fatto che i sintomi arrivano in media qualche giorno dopo il passaggio del virus.

    La fotografia si ferma di fatto al 17 agosto, prima della nuova impennata di casi, che in rapporto alla popolazione sono superiori al resto d'Italia, sia che si guardi all'ultima settimana, sia che si considerino le ultime due. Va aggiunto che il Friuli Venezia Giulia esegue un numero di tamponi molto alto.

    L'incidenza regionale di contagi importati dall'estero è superiore a quella italiana, ma la novità della seconda parte di agosto è l'aumento consistente di persone positive di rientro dalle vacanze in altre regioni d'Italia.

    Un fenomeno nazionale che incide per il 15 percento delle infezioni, confermato dai tamponi positivi eseguiti negli ultimi giorni al personale sanitario regionale di ritorno dalle ferie.

    Intanto la conferenza Stato-Regioni stamattina (28/08/2020) ha approvato all'unanimità il protocollo che stabilisce il da farsi in caso di contagi o focolai nelle scuole. In queste ore si riuniscono i tavoli tecnici per trovare una soluzione sul trasporto degli studenti: l'obiettivo è chiudere un accordo entro lunedì.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Salute