Friuli Venezia Giulia
    20 Aprile 2021 Aggiornato alle 19:42
    Cronaca

    Avviati i trasferimenti di numerosi migranti dalla Cavarzerani di Udine

    Si allenta la pressione. Sarà creata un'area per le quarantene
    di Armando Mucchino

    E' iniziata in queste ore una grande operazione di alleggerimento delle presenze di richiedenti asilo dall'ex caserma udinese Cavarzerani dove, nelle scorse settimane si era sfiorata quota 500 ospiti, dove erano stati individuati migranti positivi al Coronavirus, per due volte era stata decretata la zona rossa e tra l'una a l'altra erano scoppiati violenti disordini.

    A giorni il numero dei richiedenti asilo  scenderà a quota 234,  destinato a diminuire ulteriormente anche se, come sottolinea il prefetto di Udine Angelo Ciuni, l'ex struttura militare rimarrà attiva per l'accoglienza dei richiedenti asilo, soprattutto quelli che risulteranno negativi dopo i periodi di quarantena a Tarvisio, Tricesimo e nella nuova collocazione da 35 posti, per ora ancora segreta, messa a disposizione dalla Caritas.

    E allo studio anche l'ipotesi di suddividere l'area della caserma tra campo accoglienza e zona per le quarantene. Alla soddisfazione del assessore alla sicurezza del capoluogo friulano Ciani, fa eco quella del sindaco Fontanini che sarà a Trieste all'incontro con la ministra dell'interno Lamorgese in regione proprio per analizzare le problematiche legate agli arrivi dalla rotta Balcanica. Cercherò di far capire al Ministro - scrive Fontanini in una nota - che, per evitare che la situazione torni al punto di partenza, è necessario che la nostra città e l'intero Friuli siano presidiati in maniera costante bloccando i flussi direttamente ai confini di Stato.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca