Friuli Venezia Giulia
    28 Novembre 2020 Aggiornato alle 10:49
    Scienza & Tecnologie

    Esercitazione a fuoco della Julia

    I reparti alpini del Triveneto sul Monte Bivera per testare l'artiglieria da montagna e la preparazione degli uomini. Provato anche un nuovo mezzo blindato per il trasporto di truppe e materiali in ambienti innevati

    Si è conclusa al poligono del Monte Bivera l'esercitazione organizzata dalla Brigata Alpina "Julia" di Udine.
    Le attività, nel pieno rispetto delle misure anti contagio, hanno permesso di perfezionare e di testare il livello addestrativo del personale.

    Hanno preso parte gli alpini del 7° Reggimento di Belluno, gli artiglieri del 3° Reggimento artiglieria terrestre (da montagna) di Remanzacco, oltre al personale del 5° Reggimento alpini di Vipiteno, del Reparto Comando e Supporti Tattici "Julia" di Udine, del 2° Reggimento genio guastatori di Trento e del reggimento Logistico "Julia" di Merano.

    L'evento culminante si è svolto in occasione della visita del Comandante delle Truppe Alpine, il Generale di Corpo d'Armata Claudio Berto

    Il 3° reggimento ha potuto mettere a frutto la tradizionale "scuola tiri di artiglieria" andando "a fuoco" ma anche come momento per testare il futuro dell'arma. E' anche avvenuta la sperimentazione del veicolo cingolato per il movimento su terreni innevati BV 206.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Scienza & Tecnologie