Friuli Venezia Giulia
    28 Novembre 2020 Aggiornato alle 10:49
    Salute

    Rsa Covid, Asugi ha esaurito i posti

    Tutte piene le strutture individuate per accogliere gli anziani positivi. I nuovi casi vengono isolati nelle strutture ordinarie. Al lavoro per attivare due nuove case, da 130 posti
    di Alessandra Zigaina

    L'Azienda sanitaria giuliano isontina alza bandiera bianca: non è più possibile trasferire gli anziani positivi delle case di riposo in strutture dedicate entro 24 ore così come previsto dal piano pandemico perché i casi sono tantissimi e la situazione è descritta - in una comunicazione inviata a medici di base e strutture per anziani  - come "ingravescente e inattesa".

    I posti letto individuati sul territorio per isolare i soggetti covid asintomatici e spegnere i focolai non bastano più: villa Sissi, Rsa di Cormons, Pineta del Carso e Sanatorio triestino sono al completo.

    L'invito alle strutture è quello di isolare chi è positivo e farlo assistere da personale formato all'uso dei dispositivi di protezione. Se necessario, l'azienda sanitaria si impegna a supportare le strutture con personale proprio.

    Intanto si lavora a una soluzione. Nei giorni scorsi l'azienda sanitaria aveva sondato l'esistenza di strutture utili a isolare gli anziani non autosufficienti e positivi. Sono arrivate alcune proposte ed è partita una trattativa con due realtà nella zona di competenza di Asugi.

    Una da 80 letti, un'altra da 50. Nel primo caso - spiega il direttore generale Poggiana - si tratta di una palazzina isolata dove c'è già il personale necessario ad assistere i pazienti, nell'altra ci sono alcuni ospiti che potrebbero essere facilmente trasferiti in un'altra rsa della stessa proprietà ma in questo caso il personale non è sufficiente "e stiamo cercando di capire se e in quale misura l'azienda sanitaria personale di supporto".

    Se tutto andrà bene entro la prossima settimana ci saranno 130 letti disponibili a isolare chi si è infettato.

    Non basteranno a risolvere i problemi di tutte le strutture ma la priorità - fa sapere Poggiana - sarà data alle strutture promiscue quelle, cioè, che si trovando all'interno di condomini.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Salute