Friuli Venezia Giulia
    20 Ottobre 2021 Aggiornato alle 12:55
    Trasporti & Viabilità

    L'interporto di Pordenone ora punta sui collegamenti ferroviari

    Bilancio positivo per i comparti sanità, e-commerce e trasporto su rotaia verso il nord Europa. Presto i treni settimanali raddoppieranno e sarà attivato il collegamento con il porto di Trieste
    di Natascia Gargano

    Dopo l'annuncio del primo collegamento ferroviario tra il Porto di Trieste e l'Interporto di Pordenone, l'amministratore delegato Giuseppe Bortolussi fa il punto sulle attività dell'infrastruttura pordenonese, che anche in tempi di pandemia ha registrato segno positivo per i comparti sanità, e-commerce e ferroviario.

    Il terminal ferroviario, in particolare, si appresta ad aumentare i treni settimanali, passando dai 15 attuali ai 30 e fino a 50 treni la settimana. 

    I treni sono diretti verso Inghilterra, Olanda, Germania, Polonia, a breve Romania, e dai primi di febbraio verso Trieste. L'Interporto conta 1.300 occupati tra diretti e indiretti, con 70 imprese e un volume d'affari di oltre 500 milioni di fatturato.

    Sono poi in campo 13 milioni e 500mila euro di investimenti per realizzare un nuovo piazzale per accogliere i container, 4 fasci binari e un'asta di manovra. Pordenone, dice Bortolussi, diventa sempre più punto di riferimento come snodo logistico e trasportistico nel cuore industriale del Nordest.

    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Trasporti & Viabilità