Friuli Venezia Giulia
    23 Gennaio 2021 Aggiornato alle 21:54
    Economia & Lavoro

    Il porto nell'era Covid: stop al virus, non al lavoro

    Misure rigidissime nei luoghi in cui si incrociano le rotte marittime e terrestri di decine di nazionalità. Ma l'occupazione è persino cresciuta
    di Anna Vitaliani

    Com'è cambiato il lavoro portuale nell'era Covid? Le misure per arginare la diffusione del virus, in un luogo in cui si incrociano rotte marittime e terrestri di decine di nazionalità, sono strettissime. E l'occupazione ha visto addirittura un incremento.
    Un viaggio nei terminal dello scalo triestino, ascoltando alcuni addetti: Giovanni Civran, responsabile della sicurezza per l'Autorità portuale; Walter Mazzelli, responsabile operativo Alpt; Micaela Faimann, addetta alla sala operativa Pts.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Economia & Lavoro