Friuli Venezia Giulia
    25 Febbraio 2021 Aggiornato alle 19:21
    Arte & Cultura

    Le luci nei teatri

    Illuminate le facciate a un anno dalla sospensione degli spettacoli per l'emergenza sanitaria. rimane a rischio il futuro per chi vi lavora

    I teatri del Friuli Venezia Giulia hanno illuminato le proprie facciate lunedì sera a un anno dalla sospensione degli spettacoli per l'emergenza sanitaria, aderendo a "Facciamo luce sul Teatro" l'iniziativa dell' Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo.

    Un segnale per mantenere viva l'attenzione sui luoghi della cultura ancora chiusi, sul loro futuro a rischio e soprattutto su quello dei lavoratori: gli artisti, le compagnie e le maestranze che compongono il mondo dello spettacolo dal vivo. Luci capaci di attirare anche gli spettatori che, come nel caso che vedremo, davanti al Politeama Rossetti di Trieste, hanno potuto lasciare un messaggio scritto, una riflessione su questi mesi senza spettacoli o di speranza per la riapertura.

    Martedì i professionisti della cultura hanno organizzato un nuovo presidio: alle 15 in piazza Unità a Trieste. Sperano facciano breccia le parole del ministro Franceschini che ha chiesto al Comitato tecnico-scientifico un incontro urgente per proporre le misure di sicurezza integrative: si va dai biglietti nominativi all' obbligo di indossare nelle sale le mascherine Ffp2, alla tracciabilità delle persone.

    Anche il Presidente del Consiglio Mario Draghi è intervenuto sull'argomento constatando come le città italiane senza teatri e cinema e le piazze senza musica siano più tristi: "così l'Italia non è l'Italia" -ha detto-. Novità potrebbero emergere dal nuovo decreto che dovrà rinnovare le misure in scadenza il 5 marzo.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Arte & Cultura