Friuli Venezia Giulia
    07 Dicembre 2021 Aggiornato alle 19:56
    Salute

    Bambini in ospedale, una app per spiegare i loro diritti

    A promuoverla il Burlo di Trieste con l'Associazione ospedali pediatrici italiani e la garante per l'infanzia Garlatti
    di Eva Ciuk

    Tommy e Ollie sono due simpatici personaggi che portano i bambini e i ragazzi alla scoperta della Carta dei diritti del bambino in ospedale. Basta scaricare l'app in realtà aumentata e Tommy e Ollie illustrano in modo divertente il diritto di stare bene in ospedale, il diritto al rispetto della propria identità e a essere chiamato con il proprio nome, di esprimere la propria opinione sulle cure che ti riguardano o ancora il diritto di poter dire se si è d'accordo o no a ricevere terapie nuove in sperimentazione. Un progetto promosso dall'Associazione ospedali pediatrici italiani, che comprende anche il Burlo Garofolo di Trieste, e la Garante per l'infanzia e l'adolescenza Carla Garlatti, ex presidente del Tribunale per i minorenni di Trieste che a novembre ha assunto la carica a livello nazionale.

    Sarà possibile conoscere Tommy e Ollie anche cliccando sul QrCode presente sugli opuscoli o sulle locandine che si trovano in punti strategici degli ospedali frequentati dai piccoli e dalle loro famiglie. Un'azione di promozione e sensibilizzazione fondamentale soprattutto in un momento delicato quale è quello della pandemia, ha precisato la Garante Garlatti Costa che invita i bambini e i ragazzi a collaborare.

    (Nel servizio Carla Garlatti Costa, garante nazionale per l'infanzia e l'adolescenza)

     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Salute