Friuli Venezia Giulia
    21 Gennaio 2022 Aggiornato alle 23:39
    Spettacolo

    Una stagione lunga un anno per il Teatro Verdi di Trieste. Il via a giugno

    Dalla Traviata alla Vedova Allegra passando per la prima opera lirica di Piovani, "Amorosa presenza", il cartellone si dipanerà fino a luglio 2022
    di Eva Ciuk

    E' un invito musicale quello proposto dal Coro e dall'Orchestra della Fondazione del teatro Giuseppe Verdi di Trieste diretti da Yuri Yamasaki per presentare il prossimo cartellone. Un assaggio di quella che si prefigura la stagione più lunga del teatro: si comincia il 12 giugno con un concerto dedicato alle vittime della pandemia per proseguire fino a luglio dell'anno prossimo.

    Si comincia dunque in estate, una specie di stagione nella stagione; tornano le grandi opere amate dal pubblico, come "La Traviata", ma torna anche l'operetta, con "La Vedova Allegra". E poi eventi speciali, concerti con artisti internazionali.

    L'avvio della stagione lirica sarò in gennaio, con "Amorosa Presenza" del Premio Oscar Nicola Piovani che ha scelto Trieste per la sua prima opera lirica. Partenza ambiziosa quella del teatro che in realtà non ha mai smesso di fare musica nemmeno durante la pandemia. 

    (nel servizio le interviste al sovrintendente del Verdi, Stefano Pace, e al direttore generale Antonio Tasca)
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Spettacolo