Friuli Venezia Giulia
    18 Maggio 2021 Aggiornato alle 16:38
    Cronaca

    Caso Regeni: all'udienza preliminare gli i indagati chiedono già un rinvio

    Ma l'indagine non si ferma, anzi secondo l'avvocato Ballerini , che assiste la famiglia di Giulio, sono imminenti nuovi e clamorosi sviluppi.
    di Paolo Roncoletta

    Pochi giorni dopo l'avvio dell'udienza preliminare per la tortura e l'omicidio di Giulio Regeni, i genitori hanno parlato della vicenda giudiziaria alla trasmissione Che tempo che fa. Il rinvio per impedimento di uno dei legali dei 4 indagati (agenti e ufficiali della security del Cairo) è stato definito "una manovra ostruzionistica". Claudio e Paola Regeni hanno parlato di un memorandum di 90 pagine.

    Memorandum che è una sorta di copione del documentario diffuso alla vigilia dell'udienza preliminare e che aveva lo scopo di avvalorare la tesi egiziana (Giulio fu rapinato da criminali comuni e subito dopo rapito torturato da chi voleva creare una crisi diplomatica fra Italia ed Egitto). Una tesi che va contro le conclusioni della procura di Roma. Un memorandum inquietante per i genitori di Regeni, che non hanno nascosto timori per la loro stessa incolumità

    L'avvocato della famiglia, Alessandra Ballerini, ha parlato degli ultimi sviluppi investigativi, i due nuovi testimoni che hanno visto Giulio nel palazzo dove è stato torturato e hanno sentito alcune affermazioni dei suoi aguzzini (chi ti ha insegnato a resister, l'italia non ti salverà". Ma l'indagine non si ferma, anzi secondo l'avvocato Ballerini sono imminenti nuovi e clamorosi sviluppi
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca