Friuli Venezia Giulia
    18 Giugno 2021 Aggiornato alle 18:41
    Arte & Cultura

    Gabriele Basilico, il maestro dello spazio costruito

    Cento scatti del grande fotografo milanese in mostra al Magazzino delle Idee: dagli insediamenti industriali lombardi alle favelas di Rio
    di Livia Liberatore

    Ogni foto è come un viaggio, ci porta su un balcone di Tel Aviv, in una piazzetta di Buenos Aires o in una casa liberty di Montecarlo. Una immersione nelle città del mondo, così reale che sembra di sentire gli odori metropolitani, di percepire sulla pelle il sole o la pioggia appena caduta. Cento scatti di Gabriele Basilico, fotografo milanese scomparso nel 2013, sono esposti al Magazzino delle idee di Trieste fino al 5 settembre.

    Da piazza San Marco a Venezia alle favelas di Rio de Janeiro: e tante le aree industriali, a Londra accanto al Tamigi o tra i binari del treno a Ventimiglia. 
    Dopo gli studi in architettura, Basilico era ossessionato dalle città. Fotografarle per lui aveva un interesse sociale, urbanistico ma significava anche cercare luoghi, creare storie, relazioni. Il vuoto era per lui parte integrante dell'architettura, ma non quel vuoto delle città dormienti che abbiamo vissuto durante la pandemia.

    Nel servizio l'intervista con ​Giovanna Calvenzi, moglie del maestro e curatrice della mostra.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Arte & Cultura