Friuli Venezia Giulia
    21 Ottobre 2021 Aggiornato alle 16:12
    Società

    Al Friuli Venezia Giulia il primato dell'accoglienza agli afghani

    Sono più di mille, nel 2014 erano solo 200
    di Lorenzo Gherlinzoni

    Sono 1113 gli afghani presenti in Friuli-Venezia Giulia al 1° gennaio di quest'anno. A dirlo sono i dati dell'ISTAT, che fanno della nostra regione - data anche la prossimità geografica con la rotta balcanica - la prima in Italia per numero di cittadini afghani in rapporto alla popolazione straniera, con circa l'1%, e la terza in numeri assoluti, dopo il Lazio, che ne accoglie 1963 e la Lombardia, con 1164. 

    Una presenza in continua crescita negli ultimi anni, se si pensa che nel 2014 erano meno di 200, solo rispetto all'anno scorso c'è stato un calo: gli afghani erano 1175,  663 dei quali (poco più del 56%) a Trieste, 247 a Udine 191 a Pordenone e 74 a Gorizia.

    Ma i numeri sono destinati ad aumentare, visti i rivolgimenti in corso nel Paese asiatico, dopo la partenza delle truppe americane e il ritorno al potere del regime talebano. I numeri parlano chiaro: finora a muoversi dall'Afghanistan sono stati soprattutto maschi giovani, in fuga verso l'Europa per sfuggire alla miseria e in cerca di un futuro migliore: al 1° gennaio gli afghani sul territorio regionale erano 1.037 uomini e appena 76 donne. Ma nei prossimi mesi la situazione è destinata a cambiare, dicono i responsabili delle strutture di accoglienza in regione. 

    Saranno interi nuclei familiari, con donne e bambini, a lasciare l'Afghanistan e a mettersi sulle rotte migratorie, con esigenze di assistenza complesse, per le quali è necessario non farsi cogliere impreparati e non adottare un approccio emergenziale.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Società