Pochi vaccinati e Green Pass spingono i tamponi

L'ultimo rapporto della fondazione Gimbe sottolinea che la copertura vaccinale della popolazione in regione è sotto la media nazionale. Un dato che, sommato all'obbligo della certificazione verde può spiegare l'incremento di tamponi

Erano 141, ora sono 154. Le farmacie che fanno i tamponi rapidi in regione sono aumentate in poche settimane. Un aumento che fa seguito anche alla richiesta in crescita di tamponi, dopo che dal 1 settembre il Green Pass è diventato obbligatorio anche per i docenti e per il personale scolastico e per prendere treni o aerei. I non vaccinati ricorrono quindi al test, eseguito nelle 48 ore precedenti, per poter avere il certificato verde

L'aumento delle richieste di tamponi rapidi è confermato dai dati sul numero di tamponi effettuati in regione. Il primo settembre sono stati 4276, oggi 3601. Numeri più alti di quelli di agosto. Una settimana fa per esempio, giovedì 26 agosto, i tamponi rapidi sono stati 2516, due settimane fa, il 19 agosto, 1978.

Mentre il numero dei tamponi cresce, quello dei vaccinati resta al palo. L'ultimo rapporto della fondazione Gimbe, relativo alla settimana dal 25 al 31 agosto, sottolinea che la copertura vaccinale della popolazione in regione è inferiore alla media nazionale: diciassette cittadini su cento non si sono vaccinati, contro una media italiana di dodici