Nuove scoperte degli archeologi udinesi in Grecia

L'equipe dell'università di Udine ha partecipato alla decima campagna di scavi nella necropoli di Eghion. Rinvenute tre spade databili al XIV secolo a.C., periodo di pieno fulgore dei palazzi micenei

E' una scoperta che potrebbe contribuire a disegnare i confini del regno di Micene nel Peloponneso della tarda età del bronzo, che risulterebbero parzialmente coincidenti proprio con quelli suggeriti da Omero nell'Iliade.

Si tratta del rinvenimento di tre spade databili al quattordicesimo secolo a.C., nel periodo di pieno fulgore dei palazzi micenei.

I manufatti sono stati messi in luce dagli archeologi dell'Università di Udine durante la decima campagna annuale di scavo della necropoli della Trapezà di Eghion in Acaia, nel Peloponneso occidentale, dove il gruppo udinese collabora dal 2010 a un più ampio progetto del Ministero greco della cultura.

Rinvenute durante l'indagine di una delle tombe apparentemente più semplici e modeste, le spade molto probabilmente erano appartenute ad altrettanti guerrieri residenti in una comunità situata sulle propaggini montane dell'Acaia orientale, da cui si controllavano il centro di Eghion, la pianura costiera e il mar di Corinto.