Friuli Venezia Giulia
    19 Ottobre 2021 Aggiornato alle 20:06
    Economia & Lavoro

    Storia di Claudio, una nuova vita senza la gamba

    L'incidente, il calvario, la decisione di amputare. "Ora sono tornato a fare il mio lavoro nei campi, anche grazie al supporto dell'Inail"
    di Giovanni Taormina

    Claudio Narduzzi, imprenditore agricolo di Caporiacco di Colloredo di Monte Albano, può raccontare una storia che per certi versi ha avuto un lieto fine. Alcuni anni fa un grave incidente sul lavoro lo costringe a dieci mesi di ospedale (due dei quali in coma farmacologico e tre di terapia intensiva) e a una ventina di interventi chirurgici. Poi la decisione con il primario di ortopedia di amputare la gamba sinistra sotto il ginocchio.
    Ricomincia il calvario: un anno e mezzo di day ospital per la riabilitazione.
    Ora, quando racconta la sua vicenda e parla del suo lavoro, gli brillano gli occhi
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Economia & Lavoro