Friuli Venezia Giulia
    08 Dicembre 2021 Aggiornato alle 16:06
    Cronaca

    Sempre più giovani tra i nuovi poveri, in aumento le richieste alla Caritas

    Hanno dai 18 ai 34 anni, italiani, hanno perso lavori precari e si sono trovati in difficoltà ancora maggiori per la pandemia
    di Andrea Saule

    La pandemia colpisce duro una fascia di nuovi poveri: sono giovani dai 18 ai 34 anni, italiani, che hanno perso lavori precari e si sono trovati in difficoltà ancora maggiori. E' aumentato, in regione, il numero di giovani adulti che si sono rivolti ai centri d'ascolto della Caritas: si registra proprio tra gli under 35 il 57,7% di incidenza dei nuovi poveri. Per Vera Pellegrino, sociologa e responsabile per la Caritas di Trieste del centro studi, queste persone hanno un identikit preciso.

    "Oltre a essere in povertà assoluta con bassi titoli di studio e lavori precari, con famiglie frequentemente a loro volta in situazioni di disagio multidimensionale con più problemi, non solo disagio economico, ad esempio legati a dipendenze e malattie"- afferma Pellegrino.

    In una regione dove il welfare a sostegno della povertà è diffuso, è comunque difficile riuscire a intercettare chi ha bisogno: colpa anche di un'eccessiva burocrazia che per persone con bassa scolarizzazione, o stranieri, rischia di essere uno scoglio insormontabile. Ed è qui che interviene Caritas.

    "Arrivano o nei nostri centri di ascolto o segnalati dai servizi con i quali lavoriamo in rete, per cui arrivano spesso in emporio della solidarietà perchè è aumentata molto la povertà alimentare o sono persone che noi aiutiamo su progettualità sui problemi abitativi o nella ricerca del lavoro e nella possibilità di riconoscere le proprie capacità professionali e anche di aiutarli a progettare un loro futuro"- afferma ancora Pellegrino.

    Secondo l'ultimo rapporto caritas pubblicato, le situazioni coinvolgono prevalentemente giovani di origine straniera nelle province di Udine e Pordenone, mentre sono gli italiani ad avere più bisogno nella Venezia Giulia: dei nuovi poveri del capoluogo, il 57% che si è rivolto ai centri di ascolto diocesani è nato e cresciuto nel nostro Paese. 


     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca