Friuli Venezia Giulia
    18 Gennaio 2022 Aggiornato alle 22:46
    Cronaca

    I falchi protettori

    A Rivolto, sede addestrativa delle Frecce tricolori, l'attività di falconeria è presente per ridurre i rischi di impatto di volatili sugli aerei
    di Giovanni Taormina

    Alla base del secondo stormo di Rivolto in provincia di Udine è frenetica l'attività addestrativa dei piloti delle Frecce Tricolori. Per garantire la sicurezza del perimetro aereoportuale  è presente l'attività di falconeria, uno dei sistemi utilizzati dall'Aeronautica militare per ridurre i rischi di bird strike, l'impatto dei volatili sugli aerei, garantendo la sicurezza dei propri equipaggi. A Rivolto, in particolare, i falchi consentono alle Frecce tricolori di svolgere in sicurezza sia l'attività addestrativa che operativa in quanto con la loro presenza allontanano i volatili presenti 

    Sono diversi i falchi che vengono utilizzati sia pellegrini che raggiungono una velocità di 390 chilometri orari ad incroci che hanno una velocità minore lei è Chiara un esemplare di due anni.

    Il servizio di allontanamento dei volatili dannosi tramite i rapaci sfrutta meccanismi completamente naturali e negli aereoporti viene associato ad altre tecniche sia acustiche che meccaniche.

    Nel servizio parlano il comandante del Secondo stormo Marco Bertoli, il falconiere Devid Cuberli e Rudy Barassi, ufficiale sicurezza volo
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca