Friuli Venezia Giulia
    27 Gennaio 2022 Aggiornato alle 23:41
    Salute

    Cinque i sanitari irregolari dopo le verifiche del Nas

    Quattro sono farmacisti dell'area di Udine e si sommano agli altri undici già sospesi per non essersi sottoposti alla vaccinazione obbligatoria
    di Lara Boccalon

    Sono cinque i sanitari irregolari trovati al lavoro dai carabinieri del Nas nell'ultimo giro di controlli sul rispetto degli obblighi vaccinali nella sanità. Si tratta di quattro farmacisti della provincia di Udine (tra loro anche un titolare) e un odontotecnico impegnato in uno studio dentistico nel Pordenonese. Tutti sono stati segnalati alle aziende sanitarie. Spetta ora direttamente agli ordini professionali sospenderli. Con la terza dose obbligatoria per i sanitari dal 15 dicembre, gli ordini saranno infatti chiamati a verificare l'assolvimento dell'obbligo vaccinale che in precedenza spettava alle aziende.

    A Udine sono già undici i farmacisti senza vaccino sospesi e un'altra decina i segnalati nelle ultime settimane.
    La dichiarazione di Gabriele Beltrame, presidente dell'Ordine dei farmacisti di Udine: "Nel frattempo la normativa è cambiata e saremo noi oggi a mandare una lettera a tutti i colleghi segnalati dall'azienda sanitaria per appurare se l'obbligo sia stato ottemperato. Se entro 5 giorni non riceveremo risposta, procederemo con le sospensioni che sono un atto dovuto per legge. I sospesi non potranno esercitare la professione di farmacisti almeno fino al 31 dicembre.

    In procinto di procedere con le verifiche anche gli ordini dei medici e degli infermieri, ancora tanti i senza vaccino non ancora sospesi e al lavoro a Udine, conferma Stefano Giglio, presidente dell'Ordine degli infermieri. All'orizzonte non solo problemi di organico ma anche decine di contenziosi.
    Le preoccupazioni sono condivise dal presidente regionale degli ordini degli infermieri Luciano Clarizia, che segnala intanto un caso di abuso di professione emerso nelle ultime ore a Pordenone.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Salute