La cassa depositi e prestiti apre una nuova sede a Trieste

Punta a dare supporto all'economia che sconta le ricadute del conflitto in Ucraina e in vista del Pnrr

Una mano tesa a imprese e pubbliche amministrazioni. La Cassa depositi e prestiti apre le porte del suo nuovo ufficio a Trieste, in una regione dove negli ultimi due anni l'ente, controllato per circa l'83% dal Ministero dell'economia, ha mobilitato 3 miliardi e mezzo di euro a favore di più di mille e 100 imprese, e 330 milioni per 35 enti pubblici locali.

Si tratta del quarto spazio nel nordest, oltre alla sede di Venezia. Investimenti per innovazione e crescita delle imprese.
Un portafoglio di soggetti privati ma anche pubblici per uno sviluppo del territorio che nei prossimi anni passerà attraverso i vari progetti del Pnrr.

Un aiuto per sviluppare competitività anche a livello internazionale sottolinea l'assessore regionale Barbara Zilli. A Trieste il sindaco Dipiazza guarda con interesse allo sviluppo sul piano universitario dell'area dell'ex caserma Rossetti. Il dialogo tra l'ente e le imprese si svolgerà all'interno della camera di commercio della Venezia Giulia 

Nel servizio Nunzio Tartaglia responsabile Cdp Imprese, Daniela Boni Responsabile Cdp Pubblica amministrazione