Truman show a Trieste

Fotografatissima dai tanti turisti e triestini a passeggio dalla Costiera, alle rive e soprattutto dalla punta del Molo Audace. L'unità della VI Flotta Usa resterà in rada fino a mercoledì. Attivato un dispositivo di sicurezza a terra per i marinai

Verso le 10.30 di stamattina (23 Aprile 2022) la portaerei Truman era già visibile, all'orizzonte dalla punta del molo Audace, meta delle passeggiate di triestini e dei tanti turisti in città per questo ponte del 25 aprile.

Nelle ore successive è diventata ancora più visibile e fotografata.

La Truman si fermerà al largo fino a mercoledì 27, perché i moli dove potrebbe attraccare sono occupati da portacontainer.

Attraccata, invece, alle spalle della nave da crociera MSC Fantasia alla stazione marittima, la fregata antisommergibile norvegese Fridtjof Nansen, che sta operando con la Truman.

Si tratta ufficialmente di una sosta tecnica operativa, dopo un periodo di due mesi di esercitazioni nel basso Adriatico e nello Jonio.

A bordo della Truman, che è arrivata nel Mediterraneo lo scorso dicembre, ci sono circa 4mila militari, su una capienza di oltre settemila: scenderanno a scaglioni. In parte hanno terminato la missione e, per loro ci sarà dunque un avvicendamento, in parte torneranno a invece bordo.

Per questi giorni di libera uscita sono state organizzate anche gite in pullman a Venezia. Una fermata di routine che rappresenta un'opportunità per rinforzare i nostri solidi e duraturi rapporti con l'Italia, ha affermato in un comunicato il comandante della portaerei Gavin Duff.

In prefettura sono stati definiti i servizi di vigilanza e sicurezza e anche un piano per verificare che non ci siano emissioni inquinanti, essendo la nave a propulsione nucleare: un monitoraggio continuo e costante dell'aria e dell'acqua, spiega il prefetto Annunziato Vardè, che coinvolge anche l'Arpa, l'agenzia regionale per l'ambiente, e la Capitaneria di Porto, con un tavolo di emergenza pronto a essere convocato in caso di necessità.