Friuli Venezia Giulia
    30 Giugno 2022 Aggiornato alle 17:26
    Cronaca

    Sessantenne triestino arrestato per l'omicidio di Dario Grmek in Slovenia

    Il fermo a Capodistria è avvenuto con la collaborazione dei Carabinieri di Aurisina. Il fatto di sangue sarebbe maturato nell'ambito dello spaccio a cavallo del confine. La vittima era stata accoltellata 11 volte e poi data alle fiamme

    E' stato arrestato dalla polizia slovena a Capodistria un 59 enne residente in provincia di Trieste, accusato dell'omicidio di Dario Grmek, avvenuto più di un mese fa sul carso sloveno a Kobjeglava, tra Comeno e Stanjel. L'arrestato è Adriano Petelin, residente a Malchina (Duino).

    La vittima era stata uccisa a coltellate; il corpo semi carbonizzato era stato ritrovato nella cucina della sua abitazione.

    Le indagini si erano subito indirizzate in Italia, visto l'andirivieni di persone provenienti dal carso triestino che frequentavano l'abitazione di Grmek. Per l'arresto del 59 enne è risultato fondamentale il contributo degli investigatori italiani e in particolare dei carabinieri di Aurisina che hanno fornito una prova chiave, il dna del presunto autore dell'omicidio, maturato nell'ambiente dello spaccio di droga fra Italia e Slovenia.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca