La prima vendemmia

La crisi climatica e gli effetti sulle coltivazioni. Siamo andati tra i filari di glera messi a dura prova dalla straordinaria siccità

L'anno più duro di sempre anche per chi  coltiva l'uva e fa il vino. Oggi 18 agosto l'uva è già pronta la vendemmia con 15 giorni di anticipo sulle previsioni.  Sono due le vendemmiatrici semovente al lavoro tra i filari di prosecco e pinot grigio per iniziare la raccolta in questi 125 ettari a Beano di Codroipo. 
Non nasconde difficoltà, fatiche e preoccupazioni  il presidente del Flavio Bellomo, presidente della cooperativa dei viticoltori friulani "La delizia". 

Tutti i 400 soci della cooperativa da San Quirino a Cervignano hanno cominciato la vendemmia tra le più precoci di sempre e conferiranno l'uva nella cantina la Delizia a Casarsa .

Come un'arca di Noè questi terreni  custodiscono, per conto di Ersa, Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, il patrimonio autoctono viticolo della regione: uve, meli peri e altra frutta non commercializzabile, ma importante per la biodiversità, un blocco vivaistico prezioso frutto di un grande lavoro di ripristino iniziato 3 anni fa.