Friuli Venezia Giulia
    11 Agosto 2022 Aggiornato alle 23:40
    Ambiente

    Il disastro del Carso, in fumo 4 mila ettari di vegetazione

    Le immagini satellitari hanno aiutato i ricercatori dell'Università di Udine a calcolare la superficie. Bruciati 200 mila metri cubi di biomassa
    di Antonio Di Bartolomeo

    Una ferita grande oltre 4 mila ettari si è aperta sul Carso. Quasi 3.700 gli ettari di bosco andati in fumo, a cui vanno aggiunti i 250 del rogo di San Michele, l'ultimo in ordine di tempo, che continua a generare focolai ancora nelle ultime ore. Un'immagine del satellite europeo Sentinel mostra molto chiaramente le aree interessate dall'incendio. Le peggiori conseguenze al di là del confine. La stima è stata elaborata dai ricercatori dell'Università di Udine, con il gruppo di ricerca Ambiente e Territorio.

    E' come se fossero andati in fumo oltre 7 mila campi di calcio. Un'estensione impressionante, che supera di circa 40 volte la superficie di tutti gli incendi che si sviluppano in un anno normale in Friuli Venezia Giulia. Il fuoco ha portato via oltre 200 mila metri cubi di biomassa (legno e foglie), lo stesso volume della legna che si taglia in un anno in Friuli Venezia Giulia.
    Ma è possibile evitare il ripetersi di questi fenomeni? Lo chiediamo a Giorgio Alberti, che insegna silvicoltura e assestamento forestale all'Università di Udine.

    Anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto - dice Alberti - la cosa principale sarebbe attuare una manutenzione dei boschi in modo da ridurre la biomassa aggredibile.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Ambiente