Friuli Venezia Giulia
    11 Agosto 2022 Aggiornato alle 23:40
    Ambiente

    La siccità mette sotto stress le api

    La carenza di fiori minaccia la sopravvivenza delle api che quest'estate hanno prodotto 75% di miele in meno e non sono riuscite a raccogliere le scorte per l'inverno
    di Natascia Gargano

    La grave siccità che sta mettendo in ginocchio l'agricoltura minaccia anche le api. Alte temperature e mancanza di precipitazioni hanno determinato una carenza di fiori e uno stress delle piante che garantiscono la sopravvivenza delle api. Le produzioni estive di miele hanno perdite del 75 % e gli apicoltori devono intervenire già adesso per soccorrere i propri alveari rimasti senza scorte. Enzo Re è un esperto apistico del Consorzio pordenonese che raccoglie 450 apicoltori.

    Il rischio da qui in avanti è che fiori non ce ne sono, le api sono ferme bloccate, non riescono a raccogliere né polline né nettare e quindi non riusciranno a costituire scorte per l'inverno. Questo comporterà che gli apicoltori dovranno attrezzarsi mettendo acqua a disposizione delle api e poi provvedere a una somministrazione di sostanze zuccherine in sostituzione del miele e del polline con sostanze proteiche, che non è la stessa cosa. "Le api vivono di quello che trovano in natura - ha spiegato Enzo Re - Quello che possiamo fare noi è fornire un'alimentazione di soccorso. Ma piuttosto di perdere gli alveari va bene anche questo"

    (nel servizio la voce di Enzo Re del Consorzio pordenonese)
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Ambiente