Friuli Venezia Giulia
    11 Agosto 2022 Aggiornato alle 23:40
    Economia & Lavoro

    Possibili ritardi nella chiusura dei cantieri cittadini

    Il punto sui lavori in via Cividale e viale Venezia. Intoppi hanno indotto la ditta appaltatrice a chiedere lo slittamento della data di consegna
    di Giovanni Taormina

     A Udine sono a buon punto i lavori di rifacimento dei marciapiedi e della pista ciclabile in via Cividale e quelli delle rotonde di viale Venezia. Malgrado il caldo, nei cantieri si continua l'attività in maniera incessante. L'assessore ai lavori pubblici Michelini comunica che l'impresa su via Cividale è in anticipo sulla cosiddetta tabella di marcia, ma alcuni intoppi sui sottoservizi potrebbero ritardarne l'ultimazione.

    Durante i lavori di realizzazione della pista ciclabile che, nell'ambito del progetto Experimental City, collegherà piazzale Oberdan al centro intermodale di San Gottardo, sono emerse alcune problematiche non prevedibili come un avanzato stato di degrado della parte interrata delle cordonate in pietra, di cui originariamente erano stati previsti la rimozione e il ricollocamento. Questo però non è stato possibile per cui si è reso necessaria la rimozione. Anche per quanto riguarda i marciapiedi si sono riscontrate delle questioni relative allo spessore del calcestruzzo del sottofondo rimosso e sostituito.

    Problematiche, quelle riscontrate, che hanno indotto la ditta appaltatrice a chiedere, in via precauzionale, lo slittamento della data di consegna del fine lavori di 45 giorni. Intanto proseguono i lavori sulle rotonde di viale Venezia, dove al momento il traffico è incanalato per mezzo di dissuasori. Il cantiere che dovrebbe chiudersi entro il marzo del prossimo anno riguarda le rotatorie tra viale Venezia e le vie Firenze e Mazzucato, la realizzazione dalla rotatoria stradale all'intersezione tra via Gabelli e via Birago e quella in prossimità del policlinico.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Economia & Lavoro