Erosione costiera, Fregene senza spiaggia: allarme negli stabilimenti. Mare senza pietà

Una situazione definita dagli operatori di settore sempre più insostenibile in vista dell'apertura della stagione balneare

Erosione costiera, Fregene senza spiaggia: allarme negli stabilimenti. Mare senza pietà
Tgr Lazio/Paolo Martini
Gli effetti dell'erosione, il mare avanza e 'divora' la spiaggia

L'erosione colpisce Fregene anche senza mareggiate o burrasche. La potenza del mare sembra inarrestabile. Sugli stabilimenti balneari tra il Rio e il Manila i danni si vedono. Gli esercenti non sono in grado di programmare interventi che possano offrire servizi in vista dell'apertura della stagione balneare. Dove qualche anno fa c'erano 100 metri di spiaggia, ora non è pensabile mettere neppure un lettino. E' da qualche decennio che il centro balneare a 30 chilometri da Roma combatte l'erosione costiera. Un fenomeno che non allenta la presa. A far paura sono soprattutto le mareggiate invernali. In quelle occasioni la violenza del mare supera facilmente i sacchi di contenimento e si abbatte sugli stabilimenti. A volte travolgendoli.