Ostia, picchia la compagna fino a farla abortire: arrestato 29enne

La ragazza, 23 anni, da mesi era vittima delle violenze del fidanzato

Ostia, picchia la compagna fino a farla abortire: arrestato 29enne
Tgr lazii

Era intrappolata in una relazione fatta di maltrattamenti fisici e violenza psicologica. Stava fuggendo proprio da lui, dall'ennesima aggressione,  una 23 enne di Ostia, quando una passante l'ha notata sul Lungomare Paolo Toscanelli  ed ha allertato la polizia. Agli agenti la vittima ha raccontato che scappava dal fidanzato che la stava picchiando. Il personale del 118 l'ha poi accompagnata in ospedale.  Un referto sconcertante.

L'uomo l'aveva colpita ripetutamente in diverse parti del corpo, tra cui l'addome, nonostante fosse a conoscenza che la ragazza era incinta di 3 mesi. Un calcio troppo forte perchè il feto potesse sopravvivere e di lì a poco la donna ha subìto l'interruzione di gravidanza.

I fatti risalgono al febbraio scorso. Le violenze perpetrate nei confronti della donna duravano da mesi. Gli agenti del X Distretto, hanno rintracciato il compagno, un uomo di 29 anni, condotto a Regina Coeli in esecuzione di un’ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma.  E' gravemente indiziato del reato di maltrattamenti aggravati e di interruzione di gravidanza non consensuale.