Liguria
    22 Ottobre 2021 Aggiornato alle 17:35
    Cronaca

    Gdf sequestra 800 mila euro per sfruttamento della prostituzione

    Sequestrati a La Spezia denaro e beni immobili nei confronti di 6 soggetti responsabili di vari reati tra cui sfruttamento della prostituzione, riciclaggio, autoriciclaggio.
    Credits © GdF Guardia di Finanza
    Guardia di Finanza
    Le indagini della Guardia di Finanza della Spezia sono partite nel 2019 da alcuni flussi di denaro anomali, attraverso l'utilizzo di carte di pagamento postepay, intestate a persone domiciliate su tutto il territorio nazionale, ma poi rivelatesi in uso effettivo agli indagati.

    Le carte erano strumentali a un illecito servizio di favoreggiamento della prostituzione da cui conseguivano lauti guadagni per l’organizzazione criminale; in particolare, le donne che si prostituivano effettuavano versamenti e ricariche sulle carte per ottenere la pubblicazione, su noti siti di incontri personali, di annunci accuratamente confezionati e gestiti a cura dei gestori del giro di prostituzione, che impiegavano le somme accreditate sulle carte in parte per sostenere le spese di pubblicazione e in parte per effettuare investimenti in cripotovalute.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca