Si spegne la città, meno ore di illuminazione contro il caro-bollette

La decisione del sindaco Pierluigi Peracchini per risparmiare energia.

Si spegne la città, meno ore di illuminazione contro il caro-bollette
Tgr Rai Liguria
Calata la notte, luci spente nei quattro parchi della Spezia: al Parco del 2 Giugno, il Parco delle Mura, nel Parco della Rimembranza e nel Parco della Maggiolina. Le palme sulla passeggiata Morin, invece, rimarranno accese solo il venerdì e il sabato. In tutta la città l'illuminazione pubblica sarà accesa un'ora dopo il tramonto e spenta un'ora prima dell'alba.

La decisione del Comune per contenere gli aumenti dei costi della bolletta dell'energia elettrica. 

Il sindaco  il sindaco Pierluigi Peracchini ha spiegato: "Visto il continuo aumento del costo energetico e a seguito del decreto del ministero sulla transizione energetica e in vista dei nuovi decreti, stiamo predisponendo un piano cittadino di contenimento dei costi sull'illuminazione pubblica"

"Si tratta di una scelta temporanea - ha aggiunto il primo cittadino -  ma dobbiamo dare da una parte un segnale forte di risparmio senza spegnere la città, dando speranza e vivibilità".

Sono anche altri i Comuni della regione a fare scelte di risparmio. A Bajardo, in provincia di Imperia, il sindaco ha deciso di chiudere totalmente gli uffici comunali un giorno alla settimana per colpa del caro energia. Il martedì l'unica impiegata resterà a casa, lavorerà in smart working.