Benzinai in presidio: "Aumenti non imputabili a noi"

I gestori dei distributori di carburante sottolineano come il loro margine di guadagno, una media di 3 centesimi a litro, sia rimasta invariato

Benzinai in presidio: "Aumenti non imputabili a noi"
TgrLiguria
Genova, il presidio dei benzinai davanti alla Prefettura

"L'aumento dei prezzi non è imputabile a noi" la denuncia dei benzinai, oggi in sciopero contro quella che definiscono una “vergognosa campagna diffamatoria” nei loro confronti. Davanti alla Prefettura di Genova il presidio, organizzato da Figisc-Confcommercio e Faib-Confesercenti, per ricordare che il "margine medio di guadagno (3 cent/lt) dei gestori rimane invariato a prescindere dal prezzo finale al consumatore". I manifestanti sono scesi in piazza anche per dire un secco "no ai nuovi obblighi di legge a carico dei gestori, già sottoposti a numerosi controlli e verifiche da parte degli organi competenti"."