Liguria
    20 Ottobre 2021 Aggiornato alle 11:35
    Politica & Istituzioni

    15 giugno: l'addio a Remo Scappini

    Nel 1994 muore il partigiano che firmò l'atto di resa dei tedeschi di Meinhold a Villa Migone
    di Valentina Gregori

    Il 25 aprile 1945 a Villa Migone, allora sede della Curia vescovile, viene firmato l'atto di resa dei tedeschi ai partigiani, sottoscritto dal generale Günther Meinhold e dal presidente del Cln ligure Remo Scappini. L'annuncio, "Genova è libera", sarà diramato la mattina dopo da Paolo Emilio Taviani dalla stazione radio di Granarolo.
    Quei momenti sono rievocati dallo stesso "partigiano Giovanni", a trent'anni di distanza, nel programma "I giorni dell'insurrezione".
    Remo Scappini si dedicherà poi all'attività politica all'interno del Pci, sarà deputato, senatore e anche consigliere comunale a Genova. Con la moglie Rina, anche lei partigiana - torturata per questo nella Casa dello Studente -, continuerà a diffondere - fino a poche settimane prima della morte, a 86 anni, il 15 giugno 1994 - la memoria e i valori della Resistenza.
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Politica & Istituzioni