Liguria
    20 Ottobre 2021 Aggiornato alle 11:35
    Società

    22 giugno: la Battaglia di fiori di Ventimiglia

    La storica sfilata di carri fioriti si teneva a Ventimiglia dagli inizi del Novecento. Manca dal 2013
    di Valentina Gregori

    Anche nell'estate rovente del 2003 (il 22 giugno) va in scena la Battaglia di Fiori di Ventimiglia: a spiegare come finisce, nel telegiornale regionale dell'epoca, è Antonio Devia.
    Ai primi anni del Novecento risalgono le origini della manifestazione, che ha ammaliato anche un'icona di Hollywood come Cary Grant e che si distingue dai più diffusi "corsi fioriti" perché la sfilata finisce con un lancio di garofani tra carri e pubblico. 
    Ciascun carro è allestito da una diversa Compagnia carrista, contraddistinta da un nome in dialetto intemelio. Sono milioni in totale i fiori utilizzati, per la maggioranza freschi, inchiodati su sagome di polistirolo con la particolare tecnica dell'"infioramento a mosaico".
    Dal 1985 i soggetti dei carri devono ispirarsi a un tema assegnato: dal cinema all'opera, dalla storia alla musica, dagli Stati Uniti al Corsaro Nero, alla Divina Commedia (nel 2008 la testa di Caronte cade la sera prima della battaglia ed è rifatta a tempo di record). Dopo altri lunghi periodi di pausa, dal 2013 la Battaglia di Fiori non si è più tenuta. Il 2020 doveva essere l'anno buono, ma poi è arrivato il Covid.

     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Società