Liguria
    22 Ottobre 2021 Aggiornato alle 17:35
    Cronaca

    20 aprile: l'ultimo delitto di Donato Bilancia

    È il 1998: sull'A10 l'assassino dei treni uccide il benzinaio Giuseppe Mileto. Sarà arrestato sedici giorni dopo
    di Valentina Gregori

    Nella primavera del 1998 la Liguria assiste con sgomento a una vera e propria escalation di delitti, efferati e inspiegabili, e alla caccia a un killer che colpisce - apparentemente a caso - anche sui treni, uccidendo due donne.
    Quello di Giuseppe Mileto, avvenuto il 20 aprile, sarà l'ultimo omicidio, raccontato per il tg della Liguria, il giorno dopo, da Tarcisio Mazzeo.
    Il 6 maggio i carabinieri arrestano a Genova un uomo di 47 anni: si chiama Donato Bilancia, è nato a Potenza e vissuto fin da bambino nel capoluogo ligure, una lunga serie di guai con la giustizia alle spalle.
    Bilancia si autoaccuserà di 17 omicidi. Giorgio Centanaro, Maurizio Parenti e Carla Scotto, Bruno Solari e Maria Luigia Pitto, Luciano Marro, Giangiorgio Canu, Stela Truya, Ljudmyla Zubskova, Enzo Gorni, Massimiliano Gualillo e Candido Randò, Tessy Adobo, Elisabetta Zoppetti, Kristina Valla, Maria Angela Rubino, e infine Giuseppe Mileto: questi i nomi delle sue vittime. Per alcuni, non mostrerà mai pentimento.
    Nel 2000 sarà condannato a tredici ergastoli. Morirà di covid in carcere, a Padova, nel dicembre 2020.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca