Liguria
    22 Ottobre 2021 Aggiornato alle 18:43
    Sport

    16 marzo: Sampdoria in semifinale di Coppa delle Coppe

    I blucerchiati nel 1995 avanzano in Europa grazie a un'impresa firmata da Mancini & Co. in Portogallo
    di Valentina Gregori

    Nella stagione 1994-95 la Sampdoria si spinge tanto avanti in Europa quanto non le capiterà più.
    Un percorso partito dalla conquista della Coppa Italia (la quarta) l'anno prima, in finale contro la sorpresa del torneo, l'Ancona militante in serie B, battuto 6-1 a Marassi. Sarà l'unico trofeo non conquistato con presidente Paolo Mantovani.
    Il cammino in Coppa delle Coppe parte così così, con una sconfitta per 3-2 subita in Norvegia per mano del Bodø/Glimt. Risultato capovolto con il 2-0 di Marassi.
    Negli ottavi la Sampdoria ipoteca subito la qualificazione battendo a Genova gli svizzeri del Grasshoppers per 3-0.
    Il sorteggio poi dice Porto. Un impegno arduo, come evidenziano - in interviste dell'epoca - Sinisa Mihajlovic e l'allenatore Sven Goran Eriksson.
    E infatti è dura: i portoghesi a Genova sgambettano la Samp, vincendo 1-0 con rete di Yuran.
    L'impresa arriva il 16 marzo 1995. Al 48esimo Mancini riporta la sfida in parità. Finisce ai rigori: i blucerchiati vanno tutti a segno, mentre Zenga respinge il tiro di Domingos.
    L'andata della semifinale, contro l'Arsenal, si gioca il 6 aprile.
    Vincono gli inglesi per 3-2: si preannuncia un ritorno emozionante. E le emozioni, in effetti, due settimane dopo sono tante. La Sampdoria va avanti con Mancini, pareggia Wright. Negli ultimi dieci minuti Bellucci va in gol due volte: sembra fatta, ma arriva la zampata di Schwarz. Supplementari, infine rigori. Sbagliano Mihajlovic, Jugovic e Lombardo. In finale ci va l'Arsenal.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Sport