Liguria
    03 Dicembre 2021 Aggiornato alle 22:35
    Sport

    9 novembre: la Pro Chiavari e le più antiche società sportive di Liguria

    Nascono a fine Ottocento le polisportive che cresceranno futuri campioni italiani e atleti olimpici. A cominciare dal primo ligure a partecipare ai Giochi: Camillo Pavanello
    di Valentina Gregori

    Era il 9 novembre del 1893, quando Luca Bartolomeo Scolari lanciò l'idea di una polisportiva. Vi aderirono 37 chiavaresi: così nacque la Società Ginnastica Pro Chiavari, suddivisa in cinque sezioni.
    Da allora la Pro Chiavari ha fatto tanta strada, cimentandosi in più discipline e incrociando anche il percorso della Virtus Entella. L'atleta più rappresentativo rimane Guido Figone, otto volte campione italiano, olimpico a Londra '48 e Helsinki '52. In tempi più recenti, altri ginnasti di valore, come Riccardo Costa, convocato in Nazionale nel 2006.
    La Pro Chiavari fu la quarta società sportiva in Liguria ad affiliarsi - nel 1895 - alla Federazione Ginnastica Italiana. 
    La prima - fondata nel 1877 - fu la gloriosa Cristoforo Colombo: particolarmente importante la sezione di lotta greco-romana, i cui atleti costituirono metà della squadra italiana ai Giochi di Londra del 1948. 
    Antica è anche la Fratellanza Ginnastica Savonese, del 1883, anch'essa una lunga tradizione nella lotta. Ha portato alle Olimpiadi sollevatori di pesi e corridori come il quattrocentista Furio Fusi, settimo in staffetta a Città del Messico nel 1968. 
    Del 1891 è la Società Ginnastica Sampierdarenese, che nove anni dopo mandò il primo ligure alle Olimpiadi: Camillo Pavanello, ternano di origine e operaio dell'Ansaldo di Genova. Nella ginnastica, a Parigi, fu ventottesimo.
    La Società avrà poi un'importante sezione di canottaggio. Nel calcio, la Sampierdarenese camminerà presto da sola e darà poi vita - nel 1946 - alla Sampdoria. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Sport