Liguria
    11 Agosto 2022 Aggiornato alle 20:25
    Scuola

    Scuola, genitori sostituiscono insegnanti in quarantena

    All'istituto comprensivo di Bogliasco, Pieve e Sori arrivate già una cinquantina di candidature dopo l'appello della Preside.
    di Fabrizio Assandri

    “L’ho fatto perché noi genitori ci sentiamo in dovere di dare una mano alla scuola, anche salendo in cattedra se necessario”.  La signora Laura Roveglia ha mandando il suo curriculum in risposta all’appello lanciato dalla preside dell’istituto comprensivo di Bogliasco, Pieve e Sori: con gli insegnanti in quarantena per Covid la preside ha chiesto, pur di tenere aperta la scuola, che siano i genitori a sostituirli.

    Sono arrivate 50 candidature di mamme e papà aspiranti prof. Molti, come la signora Roveglia, non hanno mai insegnato. “Davo qualche ripetizione da giovane- dice - ho una laurea in giurisprudenza, un’esperienza nel reparto qualità di una grande azienda di prodotti ittici”. Ora non sta lavorando. “La scuola è fondamentale - aggiunge - i nostri ragazzi stanno sofferto tanto per la pandemia, è giusto dare una mano”.

    L’ufficio scolastico regionale precisa che i buchi in organico nella scuola di Bogliasco sono stati coperti con le tradizioni sostituzioni. Le candidature dei genitori però restano come riserve: se ce ne sarà bisogno la preside li chiamerà.  Intanto, c’è stata un’esplosione delle classi in quarantena e di didattica a distanza, specie alle elementari. Subito dopo la ripresa delle lezioni erano 37 in tutta la Liguria, adesso le classi in quarantena sono 265, ed è un conteggio per difetto. Oggi è prevista una riunione all’ufficio scolastico per fare il punto sul tracciamento e sulle difficoltà nel reperire le mascherine.

    Nel servizio le interviste a:
    -LUCA PASTORINO - SINDACO DI BOGLIASCO
    -SANDRO CLAVARINO -PROVVEDITORE GENOVA E SAVONA

     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Scuola