Liguria
    18 Maggio 2022 Aggiornato alle 19:53
    Storie & Mestieri

    28 aprile: la spedizione del Kon-tiki

    Attraversando il Pacifico nel 1947, prova che popoli precolombiani potevano aver colonizzato la Polinesia. L'autore dell'impresa si stabilirà poi ad Andora

    Il 28 aprile 1947 ha inizio da Callao, in Perù, l'avventura del Kon-tiki, ideata e capitanata dal norvegese Thor Heyerdahl. Accompagnato da cinque conterranei, salpa su una zattera di legno di balsa, battezzata col nome di una divinità Inca .
    Il viaggio si concluderà il 7 agosto, dopo 101 giorni di navigazione, e appassionerà il mondo intero. Heyerdahl riesce così a dimostrare la possibilità che, in tempi molto lontani, popoli che avevano a disposizione imbarcazioni primitive fossero in grado di affrontare traversate oceaniche.
    Qualche anno dopo l'esploratore norvegese racconterà il viaggio del Kon-tiki in un documentario premiato con l'Oscar.
    Alcune sue teorie saranno in seguito confutate dall'esame del dna delle popolazioni, ma per dimostrarle Heyerdahl va alle Gàlapagos, all'Isola di Pasqua, alle Maldive, attraversa l'Atlantico dall'Africa a Barbados su una barca di papiro, discende il Tigri e naviga nell'Oceano Indiano.
    Dieci anni dopo la spedizione del Kon-tiki, benché sia stato in tanti luoghi che consideriamo paradisi, Thor Heyerdahl sceglie di abitare in Liguria. Si stabilisce con la famiglia a Colla Micheri, sulle alture tra Laigueglia e Andora, dove tornerà sempre, dopo ogni spedizione.
    Heyerdahl morirà nel 2002. Nel 2019 Andora destinerà al grande antropologo ed esploratore una sala nel museo Dabroi a Palazzo Tagliaferro.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Storie & Mestieri