Liguria
    04 Luglio 2022 Aggiornato alle 23:14
    Spettacolo

    Le confessioni di un malandrino: Angelo Branduardi

    Il grande cantautore si racconta nel libro, curato da Fabio Zuffanti, presentato a Palazzo Ducale
    di Alberto Viazzi

    "Confessioni di un malandrino", il titolo di una delle sue prime canzoni, è diventato ora anche il titolo della sua prima autobiografia: Angelo Branduardi, moderno trovatore, che ha girato il mondo, si racconta nel volume curato dallo scrittore e musicofilo Fabio Zuffanti. Il libro è stato presentato a Genova, la città da dove tutto è incominciato, nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, nell'ambito del Festival di poesia "Parole spalancate". Angelo trascorse l'infanzia e l'adolescenza nel Centro Storico, quando gran parte di Genova era ancora in macerie: in quegli anni nacque il rapporto con il violino.
    Da lì prese il via un percorso pieno di avventure, incontri e successi che Angelo ripercorre in modo brillante nel libro, già acquistato da tanti suoi ammiratori, che hanno approfittato per chiedere autografi sulla prima pagina, ma anche sugli storici LP.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Spettacolo