Il premio fedeltà del cane 2023 a Era pastore slovacco

Ha salvato un uomo privo di sensi in montagna. A S. Rocco di Camogli la cerimonia con tante storie di amore e dedizione a quattro zampe

A San Rocco di Camogli l'affollata cerimonia per il premio internazionale fedeltà del cane 2023. Primo è risultato il cane pastore slovacco Era, tre anni e mezzo,  che in montagna ha trovato un uomo colpito da infarto. Alla sua padrona è stato così possibile lanciare la richiesta di soccorso.  Prime a pari merito anche  due squadre delle unità cinofile toscane dei vigili del fuoco, intervenute nel terremoto in Turchia. Ad Antiochia sono state capaci di individuare  due persone vive sotto le macerie. 

Molte le storie di amore e dedizione a quattro zampe. Tra queste   quella di Cierzo, un Beagle di 4 anni. Tra i primi a essere  addestrato come cane allerta per diabetici, ha salvato la sua padrona Serena da una  pericolosa crisi ipoglicemica. Il protocollo avviato da Roberto Zampieri 12 anni fa a Verona oggi conta più di 200 cani che grazie al loro olfatto assistono i diabetici. 

Fra i riconoscimenti anche quelli per la bontà degli uomini verso i cani. Il premio di Camogli fu ideato dal parroco di San Rocco nel 1962 e ogni anno  risulta sempre più inclusivo.

 Nel servizio di Georgina Zapparoli le inteviste a Sara Meloni,  cane Era;  Michele Carlucci vvff Siena, cane Zeus;  Alessio Andreucci, vvff Grosseto, cane Cobadog: Serena Pellegrini, cane Cierzo:; Sonia Gentoso, organizzatrice premio