Il 14% dei ragazzi lombardi vittima di cyberbullismo, ma usano lo smartphone meno della media

I dati del rapporto "Tempi digitali" di Save the children. La regione è seconda in Italia per la banda ultra larga a scuola. Quasi il 13% degli adolescenti fa un uso problematico dei social media

Il 14% dei ragazzi lombardi vittima di cyberbullismo, ma usano lo smartphone meno della media
Tgr

Cyberbullismo in aumento in Lombardia, dove il 14% degli adolescenti è o è stato vittima di qualche episodio. Le ragazze  sono più frequentemente vittime, ma esiste anche una quota di "bulle" che colpiscono le compagne per isolarle e deriderle. Sono i dati lombardi della quattordicesima edizione dell'Atlante dell'infanzia a rischio in Italia, dal titolo "Tempi digitali", diffusi da Save the Children

In Lombardia il 71% di bambini e adolescenti tra i 6 e i 17 anni usa Internet tutti i giorni e lo fa soprattutto attraverso lo smartphone: un dato al di sotto della percentuale nazionale, che è del 73%. E se in Italia il 65,9% usa lo smartphone tutti i giorni, in Lombardia la percentuale scende al 57,9%. 

In Lombardia le ragazze e i ragazzi che mostrano un uso problematico dei social media sono il 12,7% (la media nazionale è del 13,5%). Sono soprattutto le ragazze a soffrirne e l'età più critica è quella dei 13 anni. Per quanto riguarda, invece, i videogiochi, in Lombardia il 23,3% dei giovani ne fa un uso problematico. Anche se ancora non esiste una definizione univoca di dipendenza da internet, in Italia ci sono 87 centri territoriali che offrono assistenza ai minorenni attraverso équipe multidisciplinari formate da psicologi, assistenti sociali, educatori: 33 sono in Lombardia

Nel processo di alfabetizzazione digitale, la scuola svolge un ruolo fondamentale. Guardando alla percentuale di scuole con la banda ultra-larga, la  Lombardia è la seconda regione più avanzata. Per quanto riguarda le scuole secondarie di primo grado, a Milano, Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Sondrio tutte le scuole sono ormai connesse, a Como il 78%, a Lecco il 75%, a Varese il 67%, a Pavia il 60%. Nelle regioni del Nord, infine, più di un ragazzo su tre fra i 16 e i 19enni ha scarse o nessuna competenza digitale (34%), la media italiana raggiunge il 42%.