Agguato di ultras milanisti ai tifosi del Psg, tre feriti

Una cinquantina di rossoneri ha aspettato gli avversari sui Navigli con fumogeni e volti coperti: grave un supporter del Paris Saint-Germain, lievemente feriti due agenti. Fermati 73 tifosi francesi, uno arrestato per lesioni a pubblico ufficiale

Il bilancio è di tre feriti e 73 tifosi francesi fermati e identificati dalla polizia. Vigilia ad alta tensione per la partita di Champions fra Milan e Paris Saint Germain, valida per la quarta giornata della fase a gironi: un agguato degli ultras milanesi a quelli del Psg. Verso mezzanotte una cinquantina di rossoneri, armati di caschi e fumogeni, ha atteso i rivali francesi fuori dai locali nella zona dei Navigli. Prima un petardo, poi i fumogeni e la carica: guerriglia urbana e fuggi fuggi generale dei clienti terrorizzati. 

I milanisti si sono dati alla fuga in via Argelati. Sul posto sono arrivate diverse camionette della polizia e dei carabinieri. Un tifoso del Psg è stato ferito gravemente da due coltellate a una gamba ed è ricoverato in codice rosso in ospedale. Colpiti in modo non grave anche due agenti: un poliziotto è stato ferito a una gamba, un altro è stato ferito al labbro. Chi l'ha colpito è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.


 

 

Ma la lunga notte di disordini è proseguita. Pochi minuti dopo l'una di notte, una volante è intervenuta in via Paolo Sarpi, la Chinatown milanese, per una lite tra 15 tifosi del Paris Saint-Germain e dieci cittadini cinesi. Situazione risolta senza bisogno dell'intervento di un'ambulanza. Verso le 2, poi, gli agenti sono intervenuti in un ostello, in via Regina Margherita. Lì uno degli ospiti, un tifoso francese 28enne, era ferito alla testa: ha riferito ai poliziotti di essere stato colpito alcune ore prima in zona Darsena. È stato trasportato all'ospedale Fatebenefratelli, ma in buone condizioni.