Contachilometri manomessi: sette arresti nel bresciano

Dalle auto usate "sparivano" anche 200mila chilometri, poi gli annunci online. 23 le presunte truffe emerse dalle indagini

Contachilometri manomessi: sette arresti nel bresciano
Carabinieri
Pattuglia dei carabinieri nel bresciano

Vendevano auto usate con il contachilometri modificato per ridurne, almeno all'apparenza, la percorrenza, truffando così gli ignari clienti. Per questo sono finite in carcere sette persone residenti nel bresciano, tra Montichiari e Padenghe.
Sono 23 gli episodi contestati, avvenuti tra il gennaio 2021 e il maggio 2022. Gli annunci venivano pubblicati online, e in alcuni casi i ritocchi erano molto consistenti, anche 200mila chilometri in meno rispetto a quelli reali.
L'accusa per i sette è di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe.
"Nonostante siano tutti soggetti privi di attività lavorativa lecita - scrive il giudice per le indagini preliminari nell'ordinanza di custodia cautelare - essi conducono una vita agiata, con un elevato giro d'affari, con il possesso di una dimora considerevole con annesso terreno su lago di Garda, beni immobili di valore commerciale non trascurabile, nonché titolari di più conti correnti con movimentazione di centinaia di migliaia di euro".