Medico di base agli arresti domiciliari: è accusato di violenza sessuale

Gli abusi sarebbero avvenuti nell'ambulatorio del professionista 70enne. Almeno 6 pazienti lo accusano di palpeggiamenti effettuati senza alcuna esigenza diagnostica

Medico di base agli arresti domiciliari: è accusato di violenza sessuale
Carabinieri di Bergamo
arresto medico di base nella bergamasca

Avrebbe compiuto violenze sessuali nei confronti di sei pazienti: con queste accuse un medico di base della bergamasca è stato posto agli arresti domiciliari dai carabinieri di Zogno. Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura di Bergamo, sarebbe emerso come il medico 70enne nel corso dell'ultimo anno e senza alcuna esigenza diagnostica, avrebbe compiuto abusi su alcune giovani pazienti durante le visite mediche nel suo ambulatorio.

E' stata la denuncia a fine gennaio di una paziente a far scattare l'inchiesta: i militari dell'Arma hanno convocato in caserma una cinquantina di donne seguite dal medico di base. Cinque di queste, tutte tra i 25 e i 35 anni, hanno raccontato degli approcci sessuali e dei palpeggiamenti. Una soltanto ha formalizzato le accuse in una querela. 

Il medico, incensurato, ha negato tutto spiegando che qualsiasi contatto è avvenuto nell'ambito di normali procedure mediche. Nei prossimi giorni, assistito da un avvocato, comparirà davanti al gip di Bergamo che lo ha messo agli arresti domiciliari per l'interrogatorio di garanzia