Operato all'addome, suona la tromba sul lettino

Il musicista, 84 anni, è riuscito a intonare un pezzo dopo un delicato intervento chirurgico grazie all'innovativa tecnica utilizzata nell'ospedale di Vizzolo

Operato all'addome, suona la tromba sul lettino
Tgr
-

Lui è Roberto (nome di fantasia), classe 1940, un musicista affermato. Nelle settimane scorse però arriva una brutta sorpresa con la scoperta della malattia e la necessità di affrontare un delicato intervento chirurgico all’addome. E con esso le paure che accompagnano sempre questi momenti ma anche la voglia ed il desiderio di mantenere tutta la lucidità mentale e la capacità respiratoria per continuare a suonare la sua amatissima tromba. Oggi, grazie a una tecnica innovativa, la “Awareness Laparoscopy”, l’ospedale di Vizzolo è in grado di sottoporre i propri pazienti a interventi con minima invasività non solo dal punto di vista chirurgico ma soprattutto anestesiologico con enormi benefici post operatori in particolare su pazienti fragili o anziani. 

Un approccio moderno che ha permesso al paziente di impugnare la sua tromba a soli 60 minuti da un intervento durato oltre 5 ore e mezza. E lo ha fatto incantando, sulle note di Ennio Morricone, l’Equipe chirurgica che ha operato con successo il musicista. Da ormai un anno a Vizzolo è attiva una vera e propria Academy formativa che vede la partecipazione di anestesisti, chirurghi ed infermieri provenienti da tutta Italia. L’”Awareness Laparoscopy” consiste nell’esecuzione di una anestesia loco-regionale toracica, associata ad una sedazione, che permette al paziente di non sentire dolore e di tutelare la funzionalità neurologica e quella respiratoria, evitando il ricorso agli anestetici generali e alla ventilazione meccanica.