Da Busto Arsizio al sud del mondo

Dal 2005 suor Marcella Catozza è ad Haiti. Ha fondato una casa accoglienza per minori, ma il paese sprofonda nel caos e ora cerca di portarli al sicuro

Sempre al fianco dei bambini. Della loro educazione. Dei loro diritti. Dal 2005 suor Marcella Catozza è ad Haiti. A Port Au Prince ha fondato una casa accoglienza per minori. E da qui osserva il paese sprofondare nel caos.

Dall'omicidio del presidente haitiano a luglio, la capitale è governata dai signori della guerra. La missionaria francescana offre ospitalità a 150 bambini, di cui 40 disabili gravi, ma in città manca tutto

Le bande esercitano un controllo mafioso del territorio e ai capi-bastone l'indipendenza dell'opera della suora bustocca non è mai piaciuta. 
Così sono cominciati gli attacchi. Prima le dimissioni forzate del personale locale, poi una serie di veri e propri atti di violenza. Da qui la decisione più difficile. Portare i bambini fuori da Haiti.