Lombardia
25 Gennaio 2022 Aggiornato alle 19:54
Cronaca

L’ospedale fra malati covid raddoppiati e “positivi incidentali”

Il San Gerardo di Monza ha dovuto sospendere per due giorni gli interventi non urgenti. Parlano Silvano Casazza direttore Asst Monza e Paolo Bonfanti primario di malattie infettive
di Laura Troja

Alle 10 del mattino all'ospedale di Monza si riunisce l'unità di crisi. i pazienti col covid in due settimane sono passati da 92 a 192. Lunedì un picco di rivoveri ha imposto una sospensione degli interventi non urgenti, ripresi però dopo 48 ore

Il 10% sono i cosidetti "positivi incidentali", al San Gerardo isolati tutti nella stessa area ma seguiti dai loro specialisti, con un breve ricovero.

Per la cura di chi invece si ammala di covid, a breve arriverà l'unico tipo di anticorpi monoclonali attivo sulla variante omicron. l'ospedale intanto impiega già due nuovi antivirali: somministrati dai primi sintomi, su persone che riportano fattori di rischio

Ai nostri microfoni Silvano Casazza, Direttore Generale Asst San Gerardo di Monza e Paolo Bonfanti, primario per le malattie infettive

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Cronaca